Depurare l'organismo

Il concetto moderno di dieta detox dimagrante

INIZIA SUBITO IL TUO PERCORSO DI RIABILITAZIONE

Avete mai sentito parlare della dieta del minestrone? O della dieta dell’uva? O di tè dimagranti e depurativi sponsorizzati da bellissime influencer? Insomma, avete mai sentito parlare di dieta detox o dieta detossificante?

Molto in voga a settembre, quando inizia la scuola e lo zaino in spalla è incolpato di ogni dolorino alla schiena, la dieta detox ci viene in aiuto quando necessitiamo di “restauri” intensivi per smaltire gli eccessi estivi che ci fanno sentire più stanchi, giù di tono e, diciamola tutta, più vecchi di quanto in realtà non siamo.

dottoressa mila bonomi

Il termine detox è però utilizzato spesso in contesto errato e io vorrei non farvi cadere nel tranello: abbiamo un fegato niente male, dei buoni reni, polmoni e cute “funzionanti” e un apparto escretore (anche digerente) che concorre all’eliminazione di prodotti di scarto. Tutti che lavorano per noi 24/7! Per cui, in realtà, in condizioni di buona salute e stile alimentare equilibrato, non c’è nulla da disintossicare, niente sostanze dannose derivanti da cibo (tipicamente junk food), alcol e caffè, farmaci e inquinamento e stress che si siano accumulate. Quindi: no, grazie! Niente dieta detox nel senso comune del termine, niente beveroni o infusi vari, niente dieta della mela, o dieta dell’ananas!

La dieta del digiuno intermittente: un vero aiuto per il ringiovanimento metabolico

Che ne dite, invece, di ricorrere alla dieta del digiuno-intermittente (sotto controllo medico)? “Effetto collaterale” di questo regime alimentare, tolto il principale obiettivo del dimagrimento, è la regolazione metabolica dell’organismo verso un abbassamento degli indici di infiammazione, per rendere le nostre cellule più responsive di fronte alle sostanze coinvolte nella buona gestione di tutti gli organi. Una sorta di reset o ringiovanimento metabolico, se vogliamo!
Il trucco, ovvio, è quello di non compensare mangiando di più durante i periodi stabiliti di non-digiuno, di modo da favorire alcuni cambiamenti nel corpo che rendono il grasso più facilmente “smaltibile” (riduzione dell’insulina, incremento dell’ormone della crescita, innalzamento della norepinefrina ed un piccolo incremento del metabolismo). Se ben attuata, infatti, la tecnica del digiuno-intermittente porterebbe a diminuzione nel grasso viscerale, preservando un pochino di più, rispetto a dieta dimagrante tradizionale, il muscolo.

Dopotutto il grasso corporeo è il modo che il nostro organismo usa per accumulare energia facilmente accessibile e di certo non un organo dormiente: esso secerne ormoni e risponde ad altre molecole, comunicando direttamente con molti apparati e sistemi tra cui il Sistema Nervoso Centrale e il Sistema riproduttivo. Ecco perché avere il grasso viscerale in target per qualità e quantità potrebbe fare più che comodo!

Postilla: non dimenticatevi che la salute (e la silhouette) si costruisce mettendo al bando la sedentarietà, sin da piccini, con un lavoro continuo durante il corso di tutti e 12 i mesi dell’anno, e non in un periodo di 3-7 giorni con bevande bislacche o diete del “cavolo”!

Nutrizione, Dietologia e Medical Fitness

dieta e allenamento
Scopri insieme a noi il modo migliore di mangiare e di muoverti!

Trova il centro Top Physio più vicino a casa tua e prenota subito una visita.

Via F. S. Nitti, 13
00191 Roma

Via Trionfale, 5952
00136 Roma

Viale Egeo, 98
00144 Roma

Via d. St. Tuscolana, 124
00182 Roma

Via Prenestina 1156
00132 Roma

Bibliografia

Johnstone, A. 2015. Fasting for weight loss: an effective strategy or latest dieting trend? Int J Obes (Lond); 39(5):727-33. doi: 10.1038/ijo.2014.214. Epub 2014 Dec 26.

Barnosky, A. R., Hoddy, K. K., Unterman, T. G, Varady, K. A. 2014. Intermittent fasting vs daily calorie restriction for type 2 diabetes prevention: a review of human findings. Translational Research; volume 164, issue 4, pages 302-311.

Heilbronn, L. K., Smith, S. R., Martin, C. K., Anton, S. D., Ravussin, E. 2005. Alternate-day fasting in nonobese subjects: effects on body weight, body composition, and energy metabolism. Am J Clin Nutr; 81(1):69-73.

Ho, K. Y., Veldhuis, J. D., et al. 1988. Fasting enances growth hormone secretion and amplifies the complex rhythms of growth hormone secretion in man. J Clin Invest; 81(4):968-975. doi: 10.1172/JCI113450.

Patel, J. N., Coppack, S. W., et al. 2002. Norepinephrine spillover from human adipose tissue before and after a 72-hour fast. J Clin Endocrinol Metab; 87(7):3373-7.

Zauner, C., et al. 2000. Resting energy expenditure in short-term starvation is increased as a result of an increase in serum norepinephrine. Am J Clin Nutr; 71(6):1511-5.

Chaston, T. B., Dixon, J. B., O’Brien, P. E. 2007. Changes in fat-free mass during significant weight loss: a systematic review. Int J Obes (Lond); 31(5):743-50.

Dove ti fa male?

Compila il form e un nostro specialista ti risponderà