LOMBALGIA: SINTOMI, CAUSE E CURE DELLA PATOLOGIA CHE COLPISCE LA PARTE INFERIORE E LOMBARE DELLA SCHIENA

PER COMINCIARE: COS’È LA LOMBALGIA?

La lombalgia, o low back pain, è un disturbo muscolo-scheletrico che interessa muscoli e ossa della regione inferiore o lombare della schiena. Vediamo quali sono le cause, i sintomi e le cure più efficaci per risolvere il dolore e tornare in fretta alle attività quotidiane.

LE CAUSE DELLA LOMBALGIA: SE LE CONOSCI, LE EVITI

lombalgia-sintomi-cause-cura

Le cause della lombalgia possono dipendere da vari fattori. In particolare, chi svolge un lavoro sedentario o, al contrario, è costretto a stare tanto tempo in piedi può essere soggetto a quella che viene definitaamnesia dei glutei”: significa che i glutei dimenticano come attivarsi e rendono necessaria l’attivazione di altri muscoli del corpo, con il risultato di gravare inevitabilmente sulla parte inferiore della schiena. Tra le altre cause legate alla comparsa della lombalgia troviamo anche il sollevare carichi pesanti in modo scorretto e sostenere sforzi fisici eccessivi.

SINTOMI DELLA LOMBALGIA

I principali sintomi della lombalgia sono rigidità della colonna, difficoltà di movimento e dolore che, in base alla sua durata, può essere definito:

  • Dolore acuto, determinato solitamente da un movimento brusco e che si risolve nell’arco di pochi giorni)
  • Dolore subacuto che si protrae per più settimane
  • Dolore cronico, di durata molto più lunga e che può compromettere le normali attività quotidiane. La sintomatologia non è quasi mai regolare: può presentarsi saltuariamente, durante certi momenti della giornata e a volte è accompagnata da una sensazione di intorpidimento degli arti inferiori o sensibilità al tatto.

LE CURE DELLA LOMBALGIA: LE TERAPIE PIÙ INDICATE PER RISOLVERE IL DOLORE

Le cure della lombalgia dipendono dall’intensità del dolore: esercizi di stretching e di rinforzo muscolare rappresentano il primo passo verso il ritorno alla normalità e alla completa guarigione. In fase acuta si consiglia sempre del riposo; in generale è importante evitare di sollevare pesi e di svolgere sforzi eccessivi. In seguito è importante riprendere una regolare pratica sportiva per non perdere tono muscolare a livello addominale, paravertebrale e gluteo.

VUOI PREVENIRE LA LOMBALGIA? COMINCIA DALLE BUONE ABITUDINI!

Le nostre abitudini quotidiane sembrano rappresentare la causa principale dell’insorgere della lombalgia: per questo è fondamentale praticare una costante attività fisica e mantenere l’efficienza della muscolatura del core (il centro funzionale del nostro corpo), dei glutei e degli arti inferiori. La pratica di esercizi di allungamento, mobilità ed elasticità, oltre che di ripresa del tono muscolare, aiuta a prevenire la lombalgia.

PER CONCLUDERE…

Un programma di allenamento personalizzato riveste un’importanza fondamentale sia per prevenire sia per contrastare un’eventuale lombalgia; l’esercizio fisico da svolgere dovrà tenere conto delle abitudini e dello stile di vita del soggetto, evitando di affidarsi a quei consigli “fai da te” che spesso e volentieri risultano essere controproducenti o addirittura dannosi per la salute e il benessere di ciascuno di noi.

Roberto Rossi
Dottore in Scienze delle Attività Motorie e Sportive

Patologie schiena

Richiedi informazioni






    Altri argomenti

    LOMBALGIA: SINTOMI, CAUSE E CURE DELLA PATOLOGIA CHE COLPISCE LA PARTE INFERIORE E LOMBARE DELLA SCHIENA

    PER COMINCIARE: COS’È LA LOMBALGIA?

    La lombalgia, o low back pain, è un disturbo muscolo-scheletrico che interessa muscoli e ossa della regione inferiore o lombare della schiena. Vediamo quali sono le cause, i sintomi e le cure più efficaci per risolvere il dolore e tornare in fretta alle attività quotidiane.

    LE CAUSE DELLA LOMBALGIA: SE LE CONOSCI, LE EVITI

    lombalgia-sintomi-cause-cura

    Le cause della lombalgia possono dipendere da vari fattori. In particolare, chi svolge un lavoro sedentario o, al contrario, è costretto a stare tanto tempo in piedi può essere soggetto a quella che viene definitaamnesia dei glutei”: significa che i glutei dimenticano come attivarsi e rendono necessaria l’attivazione di altri muscoli del corpo, con il risultato di gravare inevitabilmente sulla parte inferiore della schiena. Tra le altre cause legate alla comparsa della lombalgia troviamo anche il sollevare carichi pesanti in modo scorretto e sostenere sforzi fisici eccessivi.

    SINTOMI DELLA LOMBALGIA

    I principali sintomi della lombalgia sono rigidità della colonna, difficoltà di movimento e dolore che, in base alla sua durata, può essere definito:

    • Dolore acuto, determinato solitamente da un movimento brusco e che si risolve nell’arco di pochi giorni)
    • Dolore subacuto che si protrae per più settimane
    • Dolore cronico, di durata molto più lunga e che può compromettere le normali attività quotidiane. La sintomatologia non è quasi mai regolare: può presentarsi saltuariamente, durante certi momenti della giornata e a volte è accompagnata da una sensazione di intorpidimento degli arti inferiori o sensibilità al tatto.

    LE CURE DELLA LOMBALGIA: LE TERAPIE PIÙ INDICATE PER RISOLVERE IL DOLORE

    Le cure della lombalgia dipendono dall’intensità del dolore: esercizi di stretching e di rinforzo muscolare rappresentano il primo passo verso il ritorno alla normalità e alla completa guarigione. In fase acuta si consiglia sempre del riposo; in generale è importante evitare di sollevare pesi e di svolgere sforzi eccessivi. In seguito è importante riprendere una regolare pratica sportiva per non perdere tono muscolare a livello addominale, paravertebrale e gluteo.

    VUOI PREVENIRE LA LOMBALGIA? COMINCIA DALLE BUONE ABITUDINI!

    Le nostre abitudini quotidiane sembrano rappresentare la causa principale dell’insorgere della lombalgia: per questo è fondamentale praticare una costante attività fisica e mantenere l’efficienza della muscolatura del core (il centro funzionale del nostro corpo), dei glutei e degli arti inferiori. La pratica di esercizi di allungamento, mobilità ed elasticità, oltre che di ripresa del tono muscolare, aiuta a prevenire la lombalgia.

    PER CONCLUDERE…

    Un programma di allenamento personalizzato riveste un’importanza fondamentale sia per prevenire sia per contrastare un’eventuale lombalgia; l’esercizio fisico da svolgere dovrà tenere conto delle abitudini e dello stile di vita del soggetto, evitando di affidarsi a quei consigli “fai da te” che spesso e volentieri risultano essere controproducenti o addirittura dannosi per la salute e il benessere di ciascuno di noi.

    Roberto Rossi
    Dottore in Scienze delle Attività Motorie e Sportive

    Richiedi informazioni






      Patologie schiena

      Altri argomenti